Condividi

La Storia

Galileo Ferraris   I.T.T. "Galileo Ferraris"

L’Istituto Tecnico Industriale venne intitolato nel 1936 a Galileo Ferraris (1847-97), scienziato piemontese noto per gli studi sull’elettricità e sull’ottica, reso famoso dalla scoperta nel 1885 del "campo magnetico rotante", che ha permesso lo sviluppo dei moderni motori elettrici.

L’Istituto Tecnico Industriale "Galileo Ferraris" nasce come "scuola del lavoro" nel 1909 al fine di garantire la formazione dei lavoratori e sostenere l’avviata attività industriale della città.

Nel settembre del 1912, conclusi i lavori di realizzazione dell’edificio, la nuova scuola apriva i battenti e già al secondo anno accoglieva 162 alunni. Nel 1920 giunse l’atteso Regio Decreto con il quale la "Scuola industriale maschile" di Verona, istituita e mantenuta dal Comune, veniva posta sotto la diretta dipendenza del Ministero per l’Industria e il Commercio con la denominazione di "Regia Scuola Industriale" di Verona. Un ulteriore passo per l’evoluzione futura della scuola fu l’autorizzazione nel 1926 del Ministero all’avvio di un corso di Istituto Industriale libero, nel 1931 giunse il riconoscimento come sede di esami e abilitazione a perito elettromeccanico. La conseguenza più importante di questo atto fu il valore legale dei titoli rilasciati dall’Istituto.

Intanto l’Istituto Tecnico Industriale, diventato il centro più importante della scuola, aumentava la frequenza passando negli anni fra il 1941 e il 1945 da 512 a 685 alunni, in stretta relazione con la crescita industriale di Verona, nei diversi settori, principalmente meccanico ed elettrico.

L’epilogo drammatico della seconda guerra mondiale colpì anche il nostro Istituto: un violento bombardamento il 28 febbraio 1945 danneggiò l’edificio, provocando gravi danni tra cui il crollo della facciata e la distruzione di 10 officine su 12.

I lavori di ricostruzione furono iniziati già nell’ottobre del 1945, ma procedettero molto lentamente tra interruzioni e riprese fino al 1954.

Intanto nel 1947 la Scuola diventava Statale grazie all’impegno dell’allora Ministro della Pubblica Istruzione, il veronese Guido Gonella, con provvedimento formalizzato con DPR 7 febbraio 1951.

La Scuola nel frattempo cresceva e, con l’impetuoso sviluppo industriale, cresceva anche la richiesta di Periti Industriali; così si resero necessarie delle "filiazioni" atte a garantirne la funzionalità.

Nel 1962 la Scuola Tecnica Industriale divenne autonoma e si trasformò nell’Istituto Professionale "Giorgi", nel 1964 nacque la sezione staccata di San Bonifacio e successivamente di Villafranca, che in seguito sono, rispettivamente, confluite negli Istituti "Dal Cero" e "Anti".

L’Istituto intanto nei primi anni Settanta aveva raggiunto proporzioni gigantesche, gli alunni nel 1971-72 erano più di duemila, tanto che nel 1972

si giunse alla decisione di staccare la sezione di Legnago, mentre nel 1974 avvenne lo sdoppiamento che portò alla nascita dell’I.T.I.S. "Marconi".

Negli anni Ottanta e Novanta un intenso lavoro di adeguamento di laboratori e strumentazioni ha fatto seguito al rinnovamento tecnologico e scientifico, coinvolgendo i docenti nei progetti di innovazione Ergon e Ambra.

L’intensa attività di innovazione, che da sempre ha caratterizzato l’Istituto, è stata determinante nella scelta della sperimentazione dell’Autonomia Scolastica nel 1997. Nel 2001 l’I.T.I.S. "Galileo Ferraris" ha promosso la fondazione del Consorzio Verona Tecnologia, sperimentazione di una nuova aggregazione di Istituti Tecnici e Professionali dell’Industria: "Marconi" "Fermi" e "Giorgi" di Verona, "Dal Cero" di San Bonifacio, "Anti" di Villafranca, "Silva" di Legnago finalizzata alla partecipazione di progetti europei come EDUROBOT e di ricerca scientifica ed educativa come NANOTECNOLOGIE, EVA ENERGY (energie rinnovabili), LA RADIO NELLE SCUOLE.

Nel dicembre 2007 il Consorzio Verona Tecnologia si è sciolto per lasciare il posto a nuove forme di collaborazione quali il Distretto Formativo per la Robotica in preparazione al Polo per l’Istruzione Tecnica Superiore. Tali scelte hanno consentito all’I.T.I.S. "Galileo Ferraris" di porsi tra le realtà scolastiche più significative e qualificate di tutto il territorio nazionale ed interlocutore credibile nella progettazione e ridefinizione dei nuovi indirizzi dell’Istruzione Tecnica, pronto a raccogliere la sfida della trasformazione tecnologico-scientifica e sociale in atto.

 

Enrico Fermi    I.P. "Enrico Fermi"

L' Istituto "Enrico Fermi" nasce come scuola autonoma nell' Anno Scolastico 1979/80, derivante dal corso Chimici dell'Istituto Professionale Commerciale Sanmicheli; da sempre è ospitato nella sede di Piazzale Guardini. Dopo aver mantenuto per diversi anni un corso di indirizzo commerciale a fianco del corso Chimici, l'Istituto precisa la sua fisionomia e la sua crescente vocazione tecnico-scientifica trasformandosi dal 1994/95 in Istituto Professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato. Nel 1996 l'Istituto assume la sua fisionomia attuale, affiancando al corso Chimico-Biologico un corso Odontotecnici che ha prodotto nell'anno 2001 i primi diplomati e abilitati all'esercizio della professione.


Pubblicata il 06 agosto 2015