Condividi

Istituto Tecnico Tecnologico - Indirizzo Chimica, Materiali e Biotecnologie

Il diplomato in Chimica, Materiali e Biotecnologie:

ha competenze specifiche nel campo dei materiali, delle analisi chimico-biologiche, nei processi di produzione, in relazione alle esigenze delle realtà territoriali, negli ambiti chimico, merceologico, biologico, farmaceutico, tintorio, conciario, cartario, materie plastiche, metallurgico, minerario, ambientale, biotecnologico e microbiologico, nelle analisi chimico-biologiche e ambientali, relative al controllo igienico-sanitario e al controllo e monitoraggio dell’ambiente;

nei contesti produttivi d’interesse, esprime le proprie competenze nella gestione e nel controllo dei processi, nella gestione e manutenzione di impianti chimici, tecnologici e biotecnologici, partecipando alla risoluzione delle problematiche relative agli stessi. Ha competenze per l’analisi e il controllo dei reflui, nel rispetto delle normative per la tutela ambientale;

integra competenze di chimica, di biologia e microbiologia, di impianti e di processi chimici e biotecnologici, di organizzazione e automazione industriale, per contribuire all’innovazione dei processi e delle relative procedure di gestione e di controllo, per il sistematico adeguamento tecnologico e organizzativo delle imprese;

ha conoscenze specifiche in merito alla gestione della sicurezza degli ambienti di lavoro, del miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi;

ha competenze per la pianificazione, gestione e controllo delle attività di laboratorio di analisi e, nello sviluppo del processo e del prodotto, è in grado di verificare la corrispondenza del prodotto alle specifiche dichiarate, applicando le procedure e i protocolli dell’area di competenza; controllarne il ciclo di produzione utilizzando software dedicati sia alle tecniche di analisi di laboratorio sia al controllo e gestione degli impianti.  

esprime le proprie competenze nella pianificazione delle attività aziendali, relaziona e documenta le attività svolte;

conosce ed utilizza strumenti di comunicazione efficace e team working per operare in contesti organizzati.

Le articolazioni dell’indirizzo sono: “CHIMICA E MATERIALI”;  “BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI”.

ARTICOLAZIONE CHIMICA E MATERIALI

L’articolazione “CHIMICA E MATERIALI” approfondisce le competenze relative alle metodiche per la preparazione e per la caratterizzazione dei sistemi chimici, all’elaborazione, realizzazione e controllo di progetti chimici e biotecnologici e alla progettazione, gestione e controllo di impianti chimici;

 ARTICOLAZIONE BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI 

L’articolazione “BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI”, è rivolta all’approfondimento, in particolare, delle competenze relative al governo e al controllo di progetti, processi e attività nel rispetto della normativa ambientale e della sicurezza e dello studio sulle interazioni fra sistemi energetici e ambiente

GLI SBOCCHI PROFESSIONALI

Chimica, materiali e biotecnologieh

Foto A. Leviti

Un diplomato nell’ indirizzo chimico è quindi in grado di svolgere le seguenti attività professionali: tecnico di laboratorio di analisi adibito a compiti nei settori:

chimico, merceologico, biochimico, farmaceutico, chimico-clinico, alimentare, ecologico, ambientale;

tecnico addetto alla conduzione, controllo di impianti di produzione di industrie chimiche; - tecnico nei laboratori di ricerca e controllo qualità;

tecnico con mansioni legate alla sicurezza in ambito chimico;

operatore nella tutela dell’ambiente, nella prevenzione e/o eliminazione degli inquinanti, nello smaltimento dei rifiuti;

operatore nei settori connessi alla protezione civile.

Perchè dovrei scegliere questo indirizzo? 

Se ti affascina...

...la sperimentazione e l’interpretazione dei fenomeni naturali,

...il mondo della ricerca nel campo della chimica, dei nuovi materiali e delle biotecnologie (nanoscienze, chimica verde...),

...l’innovazione applicata ai molteplici aspetti della vita quotidiana e nella tutela dell’ambiente

Scelgo l’indirizzo CHIMICO perchè mi piacerebbe diventare...

Operatore chimico-industriale

Formulatore farmaceutico

Responsabile ambiente e sicurezza

Tecnico e analista chimico 

Progettista di impianti chimici

Direttore tecnico di azienda farmaceutica

Disegnatore e gestore di impianti pilota

Tecnico in uffici pubblici in ambito chimico

Libero professionista (dopo l‘Esame di Statoel’iscrizione all’albo dei Periti)

 Scelgo lindirizzo BIOTECNOLOGICO perchè mi piacerebbe diventare...

Tecnico e analista chimico in centri di controllo pubblici (comuni e province) e privati

Tecnico sul territorio per aziende per lo smaltimento di rifiuti speciali

Analista negli impianti di depurazione e smaltimento, trattamento acque, fiumi, suolo

Libero professionista (dopo l‘Esame di Statoel’iscrizione all’albo dei Periti)

 Se invece deciderò di continuare gli studi...

Puoi accedere e frequentare con successo i corsi universitari soprattutto di indirizzo scientifico e tecnologico, legati al percorso svolto, come Chimica, Chimica e tecnologie farmaceutiche,  Enologia e Viticoltura, Biotecnologie, Scienze e Tecnologie Alimentari, Scienze Ambientali,Scienze forestali, Scienze agroalimentari, Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio ma anche in ambiti non strettamente legati alla Chimica (ad es. Matematica, Fisica, Ingegneria, Medicina, Scienze infermieristiche, ecc.).

Inoltre il diploma in Biotecnologie permette l’accesso all’ITS di Biotecnologie ambientali con sede a Roma e a Bergamo.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.